Savona. Sarà aperto in via straordinaria ancora fino a domani, domenica 19 febbraio, il Museo del Tesoro della Cattedrale, prima del ritorno al normale orario di visita solo il sabato. All’interno è possibile essere guidati tra i patrimoni che portano indietro nel tempo sino all’antica parte della città scomparsa sul promontorio del Priamar. Si va dalle eccellenze di oreficeria, tra cui quella savonese, ai capolavori di pittura del periodo rinascimentale e ai pregiati tessuti dei paramenti sacri.

Anche in questo fine settimana nel museo è al centro dell’attenzione del pubblico la cassa duecentesca contenente la reliquia di san Valentino, del quale sono disponibili i depliant sulle notizie storiche e i gadget dedicati. Nella Cattedrale Nostra Signora Assunta sono visibili invece i pannelli illustrativi recanti notizie storiche sul vescovo e martire sia sull’opera di Leonhard Beck “San Valentino e l’epilettico” e curati da Kamiko. Nella parete di destra della Cappella San Sisto I sono presenti le due lapidi che narrano gli spostamenti della reliquia del papa e del braccio di san Valentino, avvenuti dall’arrivo come dono del pontefice Paolo V al Convento San Giacomo fino al trasferimento in Cattedrale.

Intanto la mostra di opere ceramiche “Il cuore nell’Arte… e e l’Arte nel Cuore”, inaugurata l’11 febbraio, sta creando un vivace “viavai” in Cappella Sistina: tanta è l’emozione dei presenti alla vista dei manufatti esposti dai tredici artisti dell’Associazione Ceramisti di Albisola. I soggetti interpretano i temi dell’amore e dell’affettività mediante diverse narrazioni e tecniche. L’allestimento si protrarrà per tutto marzo. Per informazioni si può chiamare il numero di telefono 3270281083, mandare un’e-mail a visitasistina@diocesisavona.it o visitare il sito web cattedralesavona.it.

Wikipedia