Articoli

Natale 2020. Messa del giorno. Omelia

“Dio, che molte volte e in diversi modi nei tempi antichi aveva parlato ai padri per mezzo dei profeti, ultimamente, in questi giorni, ha parlato a noi per mezzo del Figlio”. L’inizio della lettera agli Ebrei ci offre il motivo profondo della gioia del Natale:

Notte di Natale 2020. Omelia.

Betlemme infatti significa “casa del pane” e San Francesco, inventando a Greccio il presepe, fa celebrare in quella notte l’Eucaristia sul presepio, per mostrare il legame tra l’incarnazione del Figlio di Dio e l’Eucaristia. Ci fa bene, in questa Notte, riascoltare il passo della Vita prima di San Francesco, scritta da Tommaso da Celano: cfr. FF 469.

Novena e videomessaggio augurale del Vescovo

Monsignor Marino aiuta i fedeli con riflessioni video in onda ogni sera