Una preghiera interreligiosa nel tempo della prova, per ricordare gli ammalati, i medici e gli operatori sanitari impegnati sul fronte della pandemia. L’hanno organizzata i rappresentanti locali delle comunità religiose per lunedì 11 gennaio alle 17 nella sala del padiglione “Vigiola” dell’ospedale san Paolo di Savona.

La preghiera, coordinata dal cappellano ospedaliero fra Giuseppe Maffeis e dal responsabile diocesano per l’ecumenismo e il dialogo don Giovanni Lupino, vedrà la partecipazione del vescovo Calogero Marino, della pastora evangelica Eleonora Natoli, di padre Gheorghita Andronic, parroco della comunità ortodossa rumena, del dottor Amnon Cohen, già primario di pediatria e autorevole esponente della comunità ebraica ligure, e di Zahoor Ahmad Zargar, presidente del Centro culturale islamico savonese.

Per ragioni di sicurezza e nel rispetto delle norme anti-contagio, alla preghiera potranno essere presenti al massimo cinquanta persone e chi desidera partecipare dovrà rivolgersi alla propria comunità di appartenenza. L’iniziativa sarà comunque trasmessa in diretta sul canale YouTube della diocesi savonese.