In autunno alcune parrocchie cambieranno guida pastorale: gli annunci sono stati dati durante le messe di oggi e gli ingressi si svolgeranno nel corso di ottobre. Don Biju John, 50 anni, prete originario di Thenathoor (India), lascerà la comunità di Santo Spirito e Concezione, nel quartiere savonese Zinola, per assumere la responsabilità della Santissima Trinità in Savona, di Sant’Anna in Cadibona e di San Giacomo in Montemoro. Nella prima parrocchia subentrerà a don Giuseppe Noberasco, 59 anni, che resterà parroco di Sant’Ambrogio a Legino e continuerà l’insegnamento di teologia a Genova e Milano.

A Cadibona e Montemoro don John prenderà il posto di don Marco Fossile, 60 anni, nativo di Lavagna, che diventerà parroco delle comunità varazzine della Natività di Maria in Casanova e della Santissima Annunziata al Pero. I Carmelitani del Deserto, che finora hanno retto le due parrocchie, rimarranno solo a Nostra Signora delle Grazie alle Faie, dov’è parroco padre Marco Cabula.

Nella parrocchia di Zinola al posto di don John arriverà don Luis Becerra, 38 anni, colombiano, attualmente viceparroco di Cogoleto, Sciarborasca e Lerca (in aiuto a don Antonio Ferri, guida delle tre comunità). In attesa di ottenere la cittadinanza italiana don Becerra inizierà il suo nuovo cammino come viceparroco mentre l’amministrazione della parrocchia sarà affidata per il momento a don Alessio Allori, parroco di Quiliano, Valleggia, Montagna e Roviasca.

Ci saranno cambiamenti anche nel Finalese. Don Gabriele Semeraro, 37 anni, savonese, attualmente viceparroco di Finalmarina, diventerà viceparroco di San Biagio in Finalborgo, in aiuto a don Gianluigi Caneto, e San Lorenzo in Feglino, affiancando don Giovanni Perata. Don Semeraro continuerà nell’insegnamento della religione cattolica presso un istituto tecnico finalese. Don Athanase Bavugirije, 37 anni, burundese fidei donum nella nostra diocesi, lascerà perciò la comunità di Finalborgo, dov’è attualmente viceparroco, per essere destinato con lo stesso incarico a San Paolo Apostolo e Santa Maria della Neve in Savona, in appoggio a don Angelo Magnano.