Savona. Sabato 12 novembre presso l’Istituto Santa Maria Giuseppa Rossello, in via Montegrappa, i volontari della carità s’incontreranno in occasione della Giornata Diocesana dei Poveri, promossa dalla Caritas e avente per tema “L’eccezionale quotidiano dell’incontro”.

“Nel racconto matteano del giudizio finale nessuno riconosce il Signore ma la buona notizia è che l’incontro tra le persone che condividono, si ascoltano e si aprono alle necessità l’uno dell’altro ci introduce a quella felicità profonda che ci appaga pienamente – dice il direttore Alessandro Barabino – È nel bene fatto e ricevuto che il Signore ci ricorda la sua presenza. Nel ricordare, riportare al cuore, l’amore tra le persone, in particolare con i più fragili, il Signore annuncia la nostra possibilità di riconoscerlo vicino all’umanità”.

L’incontro inizierà a mezzogiorno con l’accoglienza e la preghiera guidata dal vescovo Calogero Marino. Dopo il pranzo, alle ore 14 la riflessione su “I nostri orizzonti a partire dalla lettera di papa Francesco per la Giornata Mondiale del Povero”. Alle 15 sarà introdotto il percorso sul tema della giornata e a seguire verranno presentate alcune testimonianze dei centri d’ascolto parrocchiali.

Intorno alle 16:30 ci sarà una testimonianza del progetto “Fa bene”. Dopo la pausa prenderanno avvio i lavori di gruppo sulle parole chiave del percorso. Dopo un momento conviviale, alle 20:30 alla mensa di fraternità, in via Edmondo De Amicis 4, Open Teather – Teatro 21 rappresenterà lo spettacolo “We cubed”.