Sant’Antonio abate in un olio su tavola di Pontormo

In questa settimana alcune località della diocesi di Savona-Noli festeggeranno sant’Antonio, fondatore del monachesimo cristiano, primo degli abati, protettore degli animali domestici e patrono di quanti lavorano con il fuoco, come i pompieri. Mercoledì 17 gennaio, giorno della memoria liturgica dell’eremita egiziano, alle ore 20 a San Bernardo in Valle, frazione di Savona, si celebrerà la messa con la benedizione del pane e degli animali. Lo stesso giorno anche ad Alpicella (Varazze) saranno benedetti gli animali.

La Confraternita San Bartolomeo in Varazze onorerà il compatrono sabato 20 gennaio alle 17:30 con la funzione religiosa presieduta dai domenicani e a cui parteciperanno le unità di soccorso cittadine e i priori delle altre confraternite. Al termine in piazza san Bartolomeo la benedizione del pane, del sale, degli animali e degli automezzi. Anche a Spotorno nell’Oratorio Santa Caterina da Alessandria si celebrerà sant’Antonio con la benedizione degli animali.

Nei prossimi giorni la Chiesa farà memoria anche del martire san Sebastiano, celebrato dalla confraternita di Gameragna, frazione di Stella, di cui è compatrono, sabato 20 gennaio con la messa delle ore 19, animata dal Collegium Musicum Sancti Sebastiani Gameranensis, dall’omonimo sodalizio di Valleggia e a Casanova (Varazze) domenica 21 gennaio con la liturgia delle 9:45. A Marmorassi (Savona) il 19 gennaio dalle 15:30 alle 17:30 resterà aperta la cappella dedicata al santo, invece alle 17 si reciteranno i vespri e sarà officiata la messa.

Wikipedia