Dopo l’estate ci saranno importanti novità per la guida di alcune parrocchie della diocesi. Don Pietro Tartarotti diventa parroco delle comunità di san Nicolò ad Albisola Superiore, san Matteo a Luceto e san Bartolomeo a Ellera, subentrando a padre Vittorio Benzoni e padre Giovanni Berta, che le lasceranno nell’ambito di un ripensamento più vasto della presenza dehoniana nelle parrocchie italiane.

Don Tartarotti lascia così la parrocchia della Santissima Trinità nel quartiere Chiavella di Savona: questa comunità sarà affidata alle cure pastorali di don Andrea Camoirano, che comunque la gestirà in corresponsabilità con don Germano Grazzini assieme alle realtà di N.S. della Neve (Fornaci) e san Paolo, nell’ambito della già esistente e operativa Unità pastorale dell’Oltreletimbro.

Cambio di guida pastorale anche per la parrocchia di N.S. Stella Maris ad Albisola Capo: don Mario Moretti saluterà per diventare titolare a san Dalmazio in Lavagnola al posto di don Giovanni Lupino, che sarà nominato delegato vescovile per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso.

A don Moretti succederà don Adolfo Macchioli, il quale continuerà comunque a reggere anche la vicina realtà pastorale di N.S. della Concordia ad Albissola Marina.