Alla celebrazione della festa patronale al Santuario erano presenti alcuni delegati del Coordinamento lombardo della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia, che hanno portato una formella in marmo di Candoglia concessa dalla Fabbriceria del Duomo di Milano e raffigurante la cattedrale ambrosiana con al centro l’Eucarestia, in basso l’ape di sant’Ambrogio e la rosa camuna agli angoli del riquadro.

L’opera disegnata dal confratello di Seregno Amarillo Amellato è stata consegnata, prima della benedizione, al vescovo Marino, che ha molto apprezzato: riallacciandosi ai temi della sua omelia ha ricordato come proprio l’ape sia simbolo di amicizia e collaborazione.

Nei prossimi giorni la formella sarà murata presso la cripta del Santuario della Misericordia assieme alle altre in rappresentanza delle confraternite di varie regioni italiane e a ricordo della festa odierna e del pellegrinaggio che si svolgerà il 24 marzo. Don Claudio Carboni, assistente spirituale dell’associazione delle Confraternite del Santissimo Sacramento, guiderà circa 250 tra confratelli e consorelle provenienti dalle diocesi di Milano, Bergamo, Como e Brescia.

Alle 10:30 breve processione verso il Santuario di Nostra Signora della Misericordia, dove alle 11 verrà celebrata la Messa in rito ambrosiano per concessione del rettore don Domenico Venturetti. Nel pomeriggio vespri cantati e benedizione eucaristica nel Santuario del Bambin Gesù di Praga ad Arenzano, prima del ritorno in Lombardia.